This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Martedì 28 giugno 2022 - 23:08

FIERACAVALLI 2010, L'ANGLO ARABO SARDO AL GALOPPO VERSO CUBA

Verona, 5 nov 2010 (CHB) - L'Anglo arabo sardo arriva a Cuba. Grazie a un accordo tra Flora y Fauna (ente nazionale locale preposto alla protezione di parchi nazionali e delle attività complementari dell'agricoltura) e la Regione Sardegna, a brevissimo 30 esemplari tra fattrici puledri e riproduttori saranno venduti da allevatori sardi al governo cubano con l'obiettivo di utilizzare i cavalli sardi in un progetto più articolato di promozione e valorizzazione del turismo equestre nell'isola caraibica. L'intesa, frutto di accordi di cooperazione internazionale patrocinati dalle Nazioni Unite che coinvolgono la Regione con il supporto dell'agenzia Agris, è stato presentato questa mattina dall'assessore dell'Agricoltura Andrea Prato a Fieracavalli di Verona.

"L'anglo arabo sardo - spiega Prato - è unanimemente riconosciuto come una delle razze equine più duttili e utilizzabili nel turismo equestre, nelle prove di endurance, nelle corse piane e nelle attività di lavoro. Questa intesa, che rientra nei più ampi progetti di valorizzazione del comparto del cavallo che la Giunta regionale sta portando avanti per legarlo soprattutto all'agricoltura multifunzionale e al nostro agro-alimentare, consentirà agli allevatori sardi di avere nuovi mercati su cui puntare e contemporaneamente contribuirà a rivalutare un patrimonio genetico di primissimo valore mondiale".

La scelta dell'Anglo arabo sardo da parte dei cubani è dovuta alla loro versatilità e adattabilità ai climi, tanto che verrà utilizzato sia per attività sportive che per equitazione di campagna. Il 28 gennaio 2011 all'Avana è in programma un'asta internazionale dove verranno presentati al mercato latino americano i primi esemplari di anglo-arabi sardi. La formazione dei tecnici e la certificazione secondo standard internazionali dei percorsi sarà affidata a Engea (Ente nazionale guide equestri ambientali).

Alle origini dell'accordo vi è anche l'esigenza, da parte dell'ente cubano, di poter contare su razze equine specializzate e "multipurpose" (multifunzione). La popolazione equina cubana subì un forte decremento negli anni '70 del Novecento e molti cavalli presenti sull'isola vennero abbattuti per uso alimentare. Solo di recente, con il crescere del turismo nell'isola caraibica, il governo cubano ha rivalutato la funzione e il valore di questo animale, impegnandosi a ricostituire il parco cavalli acquistando animali da sella olandesi o tedeschi per la disciplina del salto. Ora, grazie alla mediazione della Regione, l'attenzione dei cubani si sposta verso le qualità multi-attitudinali degli Anglo arabi sardi. (chartabianca 12:55)