This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Venerdì 18 ottobre 2019 - 21:39

TRASPORTI, BIGLIETTO UNICO: REGIONE LO ESTENDE DA MAGGIO ANCHE NEL SASSARESE

(CHB) - Cagliari, 08 apr 2015 - Il biglietto unico per il trasporto pubblico da maggio arriva anche a Sassari, mentre a Cagliari sarà esteso e potenziato in un'area vasta di 30 chilometri. Dopo le sperimentazioni a Cagliari (da agosto scorso), Provincia di Nuoro (da novembre) e Provincia di Oristano (da gennaio di quest'anno), la Giunta regionale su proposta dell'assessore dei Trasporti Massimo Deiana ha approvato l'introduzione sperimentale di titoli di viaggio integrati per Sassari e area inurbata, circa 20 chilometri fuori città che copriranno la zona fino a Sorso e Porto Torres. 

DEIANA. "Quello di oggi è un altro importante tassello del progetto che partendo dall'integrazione tariffaria vuole arrivare a costruire in tutta la Sardegna un sistema di trasporto pubblico locale attraverso l'integrazione delle reti, dei modi, dei servizi e delle informazioni - dice l'assessore Deiana - La sperimentazione, che si concluderà a maggio del prossimo anno, sta andando molto bene e infatti a Cagliari stiamo garantendo il servizio fino a Dolianova da una parte e Samassi dall'altra, rafforzandolo ulteriormente anche con l'utilizzo di operatori privati. I nostri obiettivi sono chiari: incentivare l'uso dei mezzi pubblici, decongestionare il traffico e dunque utilizzare meglio il territorio migliorando la qualità della vita nelle città".

I TEST. Le sperimentazioni sono uno strumento per tarare il servizio fino a un livello ottimale, con un progetto regionale di ampio respiro che porterà alla revisione completa delle tariffe, alla semplificazione e armonizzazione dei sistemi urbani e extraurbani e a un sistema di tariffazione integrato multimodale (urbano, extraurbano, gomma e ferro). Dopo i primi mesi di monitoraggio si è per esempio deciso di eliminare il profilo tariffario specifico per gli Over 65 sotto soglia ISEE, che ha avuto una richiesta praticamente nulla, e di trasferirlo alla fascia degli studenti sempre sotto soglia ISEE. La riforma del sistema di trasporto pubblico è a costo zero per la Regione. (CHARTABIANCA) red