This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Mercoledì 19 settembre 2018 - 13:27

INNOVAZIONE, CLAB 2018 CAGLIARI: TURISMO, APICOLTURA, ENERGIA: LE 6 START-UP FINALISTE

clab 2018 cagliari
(CHB) - Cagliari, 12 mar 2018 - Sono Glambnb, Maga, Hiveguard, Eflavor, Emfores e Eblock le sei startup finaliste dell’edizione 2018 del CLab dell’Università di Cagliari. Si va dal turismo per mettere in contatto gli amanti del campeggio con le strutture di lusso presenti in Italia e non solo, al miglioramento dei processi di produzione degli apicoltori, passando per un sistema innovativo di cure ortodontiche basato sul magnetismo, a un software che registra le percezioni del gusto, sino alla sicurezza informatica sui dati aziendali e l'home energy management per aiutare nell’utilizzo degli elettrodomestici in modo economicamente sostenibile. Le sei startup sono state selezionate stasera tra i 18 team partecipanti, da Maria Chiara Di Guardo, pro rettore Innovazione e responsabile CLab; da Mario Mariani, coach e imprenditore fondatore di The Net Value; Augusto Coppola, direttore di LVenture.

DI GUARDO (UNIVERSITÀ DI CAGLIARI). “I team dovevano proporre un investor package accompagnato da un prototipo funzionante - dice Di Guardo al notiziario Chartabianca  - gli studenti arrivano da tutto l’Ateneo, da Medicina a Lettere classiche e in generale abbiamo 120 profili tutti diversi. All’interno del CLab i ragazzi si sono incontrati e hanno iniziato a discutere sui progetti che nascono all’interno del laboratorio e vengono sviluppati nel percorso - aggiunge - i ragazzi imparano a progettare il loro prototipo destreggiandosi con scarse risorse. Da quest’anno le startup che vogliono continuare, non necessariamente le sei finaliste, verranno accompagnate dal Crea anche dopo la finale del 25 attraverso il progetto di incubazione ContaminationApp”.

LE SEI  START UP FINALISTE. EABlock è la startup che protegge i dati delle aziende. Crea applicazioni blindate che riducono al minimo la probabilità di subire attacchi informatici grazie a un approccio proattivo, utilizzando tecnologie innovative.
La seconda è eFlavor, il primo device che analizza la sensibilità gustativa umana in meno di 15 minuti. Un sistema di elettrodi collegati a un circuito a scatti di 13 mv accende da 1 a 10 Led in base alla sensibilità percepita. Il dispositivo fornisce un report sicuro facendo risparmiare il 75% del tempo di analisi. Emfores è la startup che nasce con l’intento di semplificare l’esperienza di gestione degli elettrodomestici in un contesto di Smart home. Con Optimize Energy la pianificazione è eseguita in modo ottimale e automatico liberando l’utente e restituendogli i vantaggi di una casa Smart: risparmio, efficienza e massimo confort.
Glambnb è la prima piattaforma europea interamente dedicata al campeggio di lusso, detto anche glamping. L’idea è di incentivare e facilitare la creazione di nuove strutture e raccoglie tutte quelle già esistenti, dando la possibilità al turista di trovare e prenotare le più esclusive location immerse nella natura, in un mix tra comfort e lusso.
HiveGuard si occupa di strumenti e tecnologie altamente innovativi a sostegno degli apicoltori nelle attività quotidiane legate alla cura delle api, al monitoraggio e alla manutenzione degli alveari.
Maga Orthodontics è la startup che produce e vende i primi apparecchi ortodontici magnetici progettati ad hoc tramite un software di calcolo del campo magnetico e dei movimenti ortodontici in condizioni reali utilizzando quindi un sistema totalmente prevedibile e automatizzabile per la prima volta nel campo dell’ortodonzia.

LA FINALE. Domenica 25 marzo al Teatro lirico di Cagliari l’evento conclusivo del CLab (dalle ore 17) quando verrà scelta la migliore delle sei startup. Novità di quest’anno i premi per la startup vincitrice e per la seconda e terza classificata con un budget di circa 50 mila euro in denaro e servizi offerti da Sardegna Ricerche, dall’ambasciata Usa, dalla Fondazione di Sardegna, da Banca di Cagliari, da Tecnoengi, da StarsUp, da TechiTALIA Lab London, da Art Backers, da Prototype, The Net Value, Open Campus Tiscali e da Hub/Spoke.
Inoltre verrà assegnato un premio speciale da parte del rettore (2.500 euro) e un premio speciale (2 mila euro) anche da parte dell’associazione degli Ex Alumni CLab. Durante la finale i team ammessi alla finale avranno sette minuti a testa per presentare la propria idea imprenditoriale e convincere la giuria che assegnerà loro premi in denaro e servizi. La giuria che valuterà i progetti e i prodotti è composta da investitori, giornalisti specializzati, operatori del mondo della finanza e rappresentanti di imprese multinazionali. Modera la serata il giornalista del Tg1 Rai Alberto Matano.

COS'E' IL CLAB. Aggregatore, centro di formazione, un sistema di promozione ma anche incubatore per la creazione di nuove imprese innovative. È in estrema sintesi il CLab dell’Università di Cagliari arrivato alla sua quinta edizione. I partecipanti hanno sperimentato, pensato e costruito l’idea progettuale strutturata attraverso un ciclo di seminari e sviluppate in due fasi principali: la fase di start-up e quella di sviluppo. Tra le competenze sviluppate con il percorso: l’integrazione della conoscenza manageriale e scientifica; lo sviluppo della capacità di problem solving e gestionali, legate soprattutto al lavoro in team; analisi delle opportunità imprenditoriali legate a specifiche conoscenze scientifiche e tecnologiche e l’acquisizione delle competenze relazionali e utilizzo strumenti innovativi per la presentazione delle idee. Fondamentale, per gli organizzatori, l’aggancio al territorio e al tessuto delle imprese, delle istituzioni e delle realtà legate all’innovazione. (CHARTABIANCA) mpig/loli © Riproduzione riservata