This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Lunedì 19 novembre 2018 - 04:38

INNOVAZIONE: CLAB CAGLIARI 2018, 'EMFORES': CASE INTELLIGENTI, L'APP CHE FA RISPARMIARE IL 18% DELL'ENERGIA

clab cagliari 2018 emfores
(CHB) - Cagliari, 24 mar 2018 - Le case intelligenti non sono una curiosità di un futuro lontano. La realtà delle aziende che producono elettrodomestici smart racconta un'altra storia: “Ormai le imprese del settore sfornano solo prodotti dotati di software per la domotica”, spiega Michela Murgia, ceo e responsabile della comunicazione di Emfores, start up finalista del Clab 2018 dell'Università di Cagliari, nata dal lavoro del team formato anche da Matteo Troncia, Simone Zanda e Mattia Pranteddu. “E in questa direzione va il nostro progetto, cioè verso la creazione di un sistema di home energy management. L'obiettivo è liberare l'utente che possiede elettrodomestici smart dalla faticosa e noiosa attività di dover pianificare ogni giorno l'attività per esempio della lavatrice o della lavastoviglie”.

LA PIANIFICAZIONE. "Oggi, aggiunge Murgia, “se vuoi programmarti il forno devi farlo manualmente anche da remoto, ma la nostra applicazione, tramite cellulare, tablet o computer, sfrutta un algoritmo di ottimizzazione che valuta tutti gli elementi in gioco e tutti i prezzi dell'energia, determinando così una pianificazione di utilizzo degli elettrodomestici, con un'accensione e uno spegnimento automatico. Da questo emerge una pianificazione ottimale orientata al miglior risparmio”. L'intelligenza artificiale che c'è dietro l'app - spiega Murgia - è stata creata in modo tale da apprendere le abitudini di chi la utilizza: infatti dopo un certo periodo in cui il cliente ha definito le sue esigenze, l'app riesce a personalizzare meglio il servizio offerto. Tutto questo può essere modificato a seconda di nuovi eventuali bisogni dell'utente”.

IL RISPARMIO. “Il nostro prodotto”, precisano Troncia, ingegnere del gruppo, e Zanda, l'informatico di Emfores, “riesce a sfruttare al meglio i prezzi dinamici dell'energia. Presto l'Italia non avrà più solo due fasce di consumo ma ne avrà 24 giornaliere attraverso cui sarà difficile muoversi. Emfores aiuterà l'utente a utilizzare il suo elettrodomestico nelle fasce più convenienti”.

IL PIANO ECONOMICO. “Ora - conclude Pranteddu, responsabile del business di Emfores “abbiamo bisogno di 70 mila euro per l'avviamento, di cui almeno 30 mila da mettere nel marketing e altre 30 mila nella ricerca e sviluppo: dalla partenza dell'attività stimiamo un introito di 73 mila euro entro 18 mesi per coprire l'investimento iniziale. Il prodotto costerà 15 euro al mese o 150 euro per un pacchetto annuale. Abbiamo calcolato un risparmio energetico per l'utente del 18%”. (CHARTABIANCA) loli/mpig riproduzione riservata