This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Mercoledì 05 agosto 2020 - 21:55

EDUCAZIONE ALIMENTARE: AL VIA NUOVO PROGETTO LATTE ARBOREA-UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE

3A latte arborea ufficio scolastico
(CHB) - Cagliari, 03 dic 2019 - La 3A non si identifica soltanto come Latte Arborea, ma anche con “alimentazione, ambiente, e attività fisica”. Si tratta del nuovo progetto sull'educazione alimentare e sui corretti stili di vita che l'Ufficio scolastico regionale per la Sardegna e la prima cooperativa lattiero casearia dell'Isola intendono avviare con il protocollo d'intesa di durata biennale, siglato stamane a Cagliari. La firma è stata posta dal direttore generale dell'Usr Francesco Feliziani e dal presidente di Latte Arborea Gianfilippo Contu, nel corso di un evento tenutosi al Liceo scientifico Pacinotti.

IL PROTOCOLLO. Il piano mira a contribuire allo sviluppo, negli studenti, di una coscienza e conoscenza critica sull’educazione alimentare e le attività motorie e formative promosse dal ministero dell'Istruzione, dal Coni, da vari enti e associazioni, attraverso le attività sportive per gli anni scolastici 2019-20 e 2020-21.
L’obiettivo finale è di aiutare i giovani ad acquisire uno stile di vita salutare e corrette abitudini alimentari, per prevenire atteggiamenti che possano concorrere all’insorgenza di patologie diffuse e dagli elevati costi sociali, come le malattie cardiovascolari, il diabete e l’obesità; stimolare alla pratica delle attività motorie e sportive e allo stesso tempo sensibilizzare i ragazzi sui temi di un’alimentazione sana e corretta; coinvolgere l'istituzione scuola in scelte finalizzate alla riduzione dei comportamenti a rischio (sedentarietà, scorretta alimentazione, discriminazione sociale) e alla definizione di percorsi e di esperienze adeguate alla popolazione scolastica; creare sinergie e collaborazioni tra il mondo della scuola e i soggetti esterni che operano nel campo dell’educazione; organizzare almeno 4 incontri di formazione per docenti e/o studenti.

LE ATTIVITÀ DI USR E LATTE ARBOREA. Per raggiungere questi obiettivi l'Usr si impegna, tra gli altri punti, a promuovere il coinvolgimento di scuole, Università, enti pubblici e associazioni del proprio ambito territoriale nel progetto; a sensibilizzare i dirigenti scolastici, docenti e studenti nel promuovere collaborazioni e iniziative didattiche a tema, viaggi d’istruzione presso la filiera produttiva della Cooperativa Latte Arborea; a costituire presso l’Usp di Oristano un apposito gruppo di lavoro che curi le relazioni tra le scuole e tutti i soggetti interessati al progetto promosso da Latte Arborea.
La cooperativa lattiero casearia invece contribuirà alla realizzazione degli obiettivi sostenendo l’organizzazione di diverse attività, in particolare le fasi provinciali e regionali dei Giochi Sportivi Studenteschi, convegni e corsi di formazione per docenti e studenti per gli anni 2019/2020 e 2020/2021 che si svolgeranno nella provincia di Oristano e nella regione. Inoltre, dovrà portare avanti attività di educazione a favore dello sviluppo sostenibile che si svolgeranno nella provincia di Oristano e/o nella regione, e promuovere dei progetti ludico-educativi volti a valorizzare e ad approfondire tematiche sulle corrette abitudini alimentari e sani stili di vita.

I COMMENTI: CONTU (3A) “Con questa iniziativa vogliamo sostenere la diffusione di tutti gli aspetti sociali della corretta e sana alimentazione, elementi fondamentali per le famiglie sarde e i ragazzi che rappresentano il futuro dell’isola”, ha dichiarato presidente di Latte Arborea Gianfilippo Contu. "Questa iniziativa nasce dalla volontà della cooperativa di restituire ai sardi quello che loro danno a livello commerciale, essendo l'isola il fulcro da cui riceviamo il maggior valore economico. Ma un altro degli aspetti su cui la filiera ha focalizzato la sua attenzione è proprio quello della corretta alimentazione perché mangiare bene, con il supporto dell'attività fisica, si riflette sulla salute - continua - se pensiamo anche alle malattie che colpiscono principalmente in Sardegna come il diabete e quelle cardiovascolari. Più si riesce ad avere una simbiosi forte tra alimentazione e sport, più la salute trarrà beneficio”. Non ultimi gli aspetti ambientali. “Tutela dell’ambiente e benessere animale sono altri due fattori per noi decisivi - conclude Contu - abbiamo sempre focalizzato la necessaria attenzione con i nostri allevatori, alla buona gestione del territorio. Tutela e benessere animale, oggi, sono elementi ancor più determinanti”.

FELIZIANI (UFFICIO SCOLASTICO). Sulla stessa linea il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Francesco Feliziani. “Era importante per noi siglare ancora una volta questo protocollo - dice - avere rapporti istituzionali tra pubblico e privato è importante, soprattutto con una cooperativa. Collaboriamo da tempo con Arborea perché il loro modello cooperativistico privilegia l’economia del territorio che vuol dire avere produttori che conferiscono in Sardegna e trasformano nell’isola - aggiunge - la 3A non vuol massimizzare il profitto ma reinveste gli utili in azioni di marketing e sviluppo di nuove quote di mercato guardando alle nuove tecnologie e soprattutto alla ricaduta sociale sociale. Buona parte del profitto generato è stato investito nella scuola - conclude Feliziani - questo vuol dire generare ricadute importanti sull’educazione alimentare e sullo sport”. (CHARTABIANCA)