This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Lunedì 30 gennaio 2023 - 14:44

AGRICOLTURA, NUOVA PAC: CONFAGRI ORISTANO, 3 INCONTRI IN CITTA' E PROVINCIA PER GLI ASSOCIATI

(CHB) - Oristano, 12 dic 2022 Confagricoltura Oristano ha organizzato tre incontri sui territori per presentare ad agricoltori, allevatori, pastori e i diversi portatori di interesse coinvolti nelle attività del mondo delle campagne la nuova Politica Agricola Comune (PAC) dedicata al quinquennio 2023-2027. Il nuovo programma agricolo dell’Unione europea entrerà in vigore, in tutti i Paesi membri, già dal prossimo 1° gennaio 2023. Le iniziative pubbliche dal titolo “PAC 2023-2027 - Analisi e riflessioni con le aziende del territorio” partiranno a Oristano il 20 dicembre alle ore 18 presso l’Hostel Rodia. Si proseguirà poi la mattina seguente, il 21 dicembre, ad Arborea alle ore 11 nella sala Salesiani per chiudere gli appuntamenti con il terzo incontro in calendario il 28 dicembre a Ghilarza, alle ore 11, nell’Auditorium Comunale.

IL PRESIDENTE SANNA. “Come organizzazione di categoria agricola – ha spiegato il presidente di Confagricoltura Oristano, Tonino Sanna – abbiamo il dovere di informare al meglio i nostri associati su ciò che sarà la futura politica agricola dell’Ue. Per adesso abbiamo programmato tre incontri ma, qualora fosse ancora necessario, siamo pronti a metterne in cantiere degli altri. Abbiamo deciso di farlo sulla PAC e lo stesso predisporremo, quando sarà definito dalla Regione, sul prossimo Programma di sviluppo rurale (PSR). Oggi più che mai le nostre aziende hanno necessità di conoscere gli strumenti tecnici e finanziari messi a disposizione dall’Europa, così come è fondamentale capire gli indirizzi di sviluppo e di prospettiva che attendono il nostro comparto per i prossimi anni. Le destabilizzanti crisi internazionali, come la guerra in Ucraina, gli aumenti dei costi energetici e delle materie prime e la crisi climatica in corso ci impongono accurate riflessioni sulle mosse da intraprendere nel breve e medio periodo. Come organizzazione, siamo pronti a continuare a fare la nostra parte nell’assicurare il massimo supporto per tutte le imprese agricole”, ha concluso Tonino Sanna.
(CHARTABIANCA) red © Riproduzione riservata agricoltura