This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Giovedì 13 giugno 2024 - 10:09

VINITALY: EXPORT NEGLI USA IN AUMENTO (+8,3%); RIGOTTI (ALLEANZA): META' VENDITE ARRIVA DA COOP

(CHB) - Verona, 05 apr 2023 - Oltre la metà dei volumi di vino italiano esportati in America sono commercializzate dalle cantine cooperative che confermano saldamente la loro leadership nelle esportazioni di vino sul mercato a stelle e strisce. Da un’analisi interna realizzata in occasione di Vinitaly dall’Alleanza cooperative Agroalimentari sulle principali associate è emerso che la crescita delle vendite di vino negli Stati Uniti è ancora trainata dalle bollicine, che si confermano in cima alle preferenze di consumo degli americani.
“Gli americani sono storicamente grandi importatori di vini italiani e le bollicine sono da sempre in cima alle preferenze dei consumatori stelle e strisce”, commenta il Coordinatore Vino di Alleanza Cooperative Agroalimentari Luca Rigotti. “I consumatori americani stanno tuttavia sempre più apprezzando tipologie di vino a bassa gradazione alcolica o vegan friendly”. Con 1,860 miliardi di euro di ricavi registrati nel 2022 (Ismea), l’export dei vini italiani negli Usa si consolida come la voce più importante delle vendite oltreconfine del vino italiano, con una quota che supera il 23%.
“Gli Stati Uniti importano vino per 7 miliardi di dollari di, pari a ciò che l’Italia esporta in tutto il mondo”, conclude Rigotti. Le nostre cooperative continuano a presidiare i mercati americani e fortunatamente l’impatto dei costi di produzione e delle spedizioni si sta attualmente ridimensionando. (CHARTABIANCA) red © Riproduzione riservata agricoltura imprese