This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Giovedì 13 giugno 2024 - 10:31

(2) PREZZI AL CONSUMO: DATI ISTAT GIUGNO 2023, UNIONE CONSUMATORI: BENE MA CALO NON BASTA

(CHB) - Roma, 28 giu 2023 - "Bene, ma non basta. Un calo insoddisfacente. Nonostante la riduzione tendenziale sia ampia, la variazione su base mensile è nulla. Insomma, l'inflazione rallenta, ma non abbastanza. Dopo i ripetuti interventi della Bce sui tassi, la diminuzione dei prezzi del gas e della luce nei mercati all'ingrosso che, per quanto attenuati, sono proseguiti anche nel mese di giugno, era lecito attendersi un abbassamento ancor più consistente. Evidentemente ci troviamo di fronte al solito annoso problema della doppia velocità: le imprese sono subito pronte ad alzare i prezzi ma ben più lente e restie a farli scendere. Lo dimostrano i dati di oggi, sempre dell'Istat, sui prezzi alla produzione che a maggio, sul mercato interno, cadono in un solo mese del 3,1%, flessione però non traslata sui consumatori finali visto che nello stesso periodo di riferimento l'inflazione sale dello 0,3%" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori. Secondo i dati provvisori di giugno resi noti oggi dall'Istat, l’inflazione annua scende al 6,4%, dal 7,6% del mese precedente. 
"Per una coppia con due figli, l'inflazione a +6,4% significa una stangata pari a 1830 euro su base annua, di questi ben 861 servono solo per far fronte ai rincari dell'11,2% di cibo e bevande. Per una coppia con 1 figlio, la spesa aggiuntiva è pari a 1670 euro, 777 per mangiare e bere. In media per una famiglia la mazzata è di 1389 euro, 632 per prodotti alimentari e bevande analcoliche. Il primato, in barba agli incentivi alla natalità, alle famiglie numerose con più di 3 figli con una batosta che supera i duemila euro, 2066 euro, 1029 solo per nutrirsi e dissetarsi" conclude Dona.

Tabella: rincaro annuo per tipologia familiare e divisioni di spesa (valori in euro)

DIVISIONI DI SPESA

Famiglia media

Coppia

con 1 figlio

Coppia

con 2 figli

Coppie con 3 o più figli

Inflazione annua di

giugno

Prodotti alimentari e bevande analcoliche

632

777

861

1029

+11,2

Bevande alcoliche e tabacchi

22

26

26

26

+4,1

Abbigliamento e calzature

41

56

73

87

+3,4

Abitazione, acqua, elettricità e combustibili

346

359

381

425

+10,1

Mobili, articoli e servizi per la casa

88

112

106

106

+6,5

Servizi sanitari e spese per la salute

23

25

27

27

+1,6

Trasporti

-6

-8

-9

-10

-0,2

Comunicazioni

3

4

4

5

+0,5

Ricreazione, spettacoli e cultura

58

73

91

103

+4,9

Istruzione

1

2

4

4

+0,7

Servizi ricettivi e di ristorazione

90

124

141

139

+7,5

Altri beni e servizi

92

120

125

125

+4,4

TOTALE RINCARO ANNUO

1389

1670

1830

2066

+6,4

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati IstatNota: dati e totali arrotondati

(CHARTABIANCA) red © Riproduzione riservata imprese