This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Giovedì 29 febbraio 2024 - 23:56

INFRASTRUTTURE, BANCHINA S.BARTOLOMEO CAGLIARI: A FINE MESE SCADE BANDO PER CONCESSIONE DEMANIALE

(CHB) - Cagliari, 05 feb 2024 - Manca poco meno di un mese alla chiusura dei termini per la presentazione delle offerte per il rilascio di una concessione demaniale marittima, della durata di 15 anni, sulla Banchina Est di San Bartolomeo a Cagliari e relativi specchi acquei. Scade alle ore 12 del 29 febbraio prossimo, infatti, la procedura ad evidenza pubblica dell’AdSP del Mare di Sardegna relativa al compendio di oltre 5 mila e 500 metri quadri, più la porzione antistante di mare di altri 4 mila. Area che, una volta assegnata, si candida a diventare un nuovo e prezioso ambito per la nautica da diporto, gli sport nautici e spazi per lo svago, incastonata tra la passeggiata di Sant’Elia, quella appena riqualificata di Su Siccu e gli ex Magazzini del sale.

IL BANDO. Come da bando pubblicato il 22 dicembre 2023, il canone annuo posto a base d’asta, sul quale effettuare il rialzo per la determinazione dell’offerta economica, è pari a 32 mila e 675 euro annui, così come dovrà essere presentato, in sede di gara, un piano economico finanziario compatibile con la durata quindicennale della concessione.
Una volta ottenuto il titolo, l’operatore - che potrà svolgere esclusivamente attività legate alla nautica da diporto (ormeggio di unità destinate a scopi sportivi o ricreativi), ad attività didattica (scuole nautiche per il conseguimento di patenti), attività sportiva (vela, canottaggio, motonautica, ecc.) e servizi all’utenza – avrà anche la possibilità di realizzare fabbricati da adibire a servizi (reception, bagni, docce, aule di formazione, punto ristoro, ecc.), per una superficie massima di 300 metri quadri.
Per poter presentare l’offerta, pena l’esclusione, i concorrenti dovranno effettuare un sopralluogo obbligatorio nelle aree oggetto di concessione entro 5 giorni prima della scadenza di fine febbraio.
Tutti i dettagli della procedura sono pubblicati sulla piattaforma telematica gare presente nella pagina istituzionale dell’AdSP. (CHARTABIANCA) red © Riproduzione riservata edilizia imprese