This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Domenica 21 luglio 2024 - 05:12

PESCA E AMBIENTE, LAGUNA S. GILLA, CITTA' METRO CAGLIARI: ENTRO MARZO SI FIRMA PROTOCOLLO INTESA

(CHB) - Cagliari, 29 feb 2024 - Istituzioni, esperti tecnici, imprese e associazioni al lavoro per definire il futuro della laguna di Santa Gilla nel corso di un laboratorio di co-progettazione che si è tenuto questa mattina nella sede del Cacip, a Macchiareddu.
Il confronto promosso dalla Città Metropolitana ha visto la partecipazione numerosa dei rappresentanti di tutti i principali portatori di interesse del territorio, tra cui, oltre al Cacip che ha ospitato l’evento, la Regione Sardegna, le amministrazioni comunali di Elmas e Capoterra, il Consorzio di Bonifica Sardegna Meridionale, l’Università di Cagliari, Agris, Legambiente, Fiab, il Fai e il Consorzio Ittico Santa Gilla.

IL CONFRONTO. “Quello di oggi è un incontro importante perché comincia ad emergere in modo concreto la visione strategica che attraverso il Contratto di Laguna tra tutti gli stakeholder consentirà la gestione partecipata del compendio lagunare di Santa Gilla e la sua valorizzazione dal punto di vista ambientale, economico e turistico”, ha detto il vicesindaco metropolitano e consigliere delegato all’Ambiente Roberto Mura nel suo intervento in apertura dei lavori. “Il prossimo passo – ha annunciato Mura - sarà la sottoscrizione, entro il mese di marzo, del protocollo d’intesa che aprirà la strada verso la firma del Contratto di Laguna”.
Il laboratorio, organizzato in collaborazione con Poliste Srl Società Benefit, è stato gestito con l’innovativa metodologia certificata European Awarness Scenario Workshop – EASW®, che ha visto il coinvolgimento dei partecipanti in un’attività di individuazione degli scenari futuri e di pianificazione delle azioni prioritarie, sia attraverso gruppi di lavoro che mediante momenti di riunione plenaria. (CHARTABIANCA) red © Riproduzione riservata agricoltura pesca regione