This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Domenica 21 luglio 2024 - 06:45

GRAUSO (RI)APRE IL PORTAFOGLIO: NEL CAPITALE EPOLIS VERSA 6 MLN

Roma, 15 gen 2010 (CHB) - Torna a far parlare di sè Nicola Grauso, ideatore e fondatore di Epolis poi costretto a lasciare la sua "creatura" al gruppo Rigotti per i troppi debiti. L'ex editore (lo fu anche dell'Unione Sarda), in qualità di socio di minoranza, ha versato 6 milioni di euro all'azienda il cui consiglio di amministrazione ieri ha presentato il piano per un aumento di capitale di 22 milioni di euro. Lo scrive il quotidiano Italia Oggi. Secondo il quotidiano finanziario "8 milioni di euro verranno versati da Vito Bonsignore, (parlamentare del Pdl e già socio di riferimento Epolis insieme a Vincenzo Maria Greco), altri 8 da un'impresa di costruzioni (Ing. E. Mantovani Spa) e i restanti 6 dall'editore Nicola Grauso".

"Gli assegni per l'aumento del capitale verranno staccati tra 10-15 giorni, ovvero nei termini entro il quale il Tribunale di Cagliari dovrebbe dare l'ok al piano di ristrutturazione del debito passato da 60 a 18 milioni di euro". Sempre secondo Italia Oggi, il piano messo a punto dall'amministratore delegato del gruppo, Sara Cipollini, "prevede una crescita di 40 milioni di euro dei ricavi 2010, 48 nel 2011 e 60 nel 2012". (chartabianca 09:07)