This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Domenica 21 luglio 2024 - 05:15

BORSA DEL LAVORO, BOCCIATO IL PORTALE DELLA REGIONE SARDA

Cagliari, 18 gen 2010 (CHB) - Regione Sardegna bocciata per le funzionalità locali sulla Borsa del lavoro, strumento introdotto dalla legge Biagi con l’obiettivo di creare un sistema trasparente e fruibile tra domanda e offerta. Secondo un'indagine del Sole 24 Ore, il portale www.sardegnalavoro.it offre “una registrazione macchinosa ai suoi utenti, un’accessibilità non ottimale e il suo motore di ricerca risulta essere appena abbozzato”.

Va detto che anche le altre Regioni non se la passano tanto meglio, anche perché è tutto il sistema virtuale (compreso quello nazionale, raggiungibile sul sito www.borsalavoro.it) ad avere problemi e difficoltà.

Nella Finanziaria 2010, scrive ancora Il Sole 24 Ore, è prevista una nuova occasione per rilanciare il progetto che ancora stenta a decollare. La legge stabilisce che «al fine di favorire il reinserimento al lavoro, l`Inps comunica al ministero del Welfare, per la successiva pubblicazione nella Borsa continua nazionale del lavoro i dati relativi ai percettori di misure di sostegno al reddito per i quali la normativa vigente prevede, a favore delle imprese, incentivi all`assunzione, ovvero in capo al prestatore di lavoro, l`obbligo di accettare un`offerta formativa o un`offerta di lavoro congruo». (chartabianca 11:10)